Check-In
Check-Out
Stanze
Ospiti Adulti - Bambini
Stanze
-
+
Adulti
-
+
Bambini (0 - 13 anni)
-
+

Assisi

Città santa della cristianità, Assisi è la terra dove è nato e vissuto San Francesco e qui si trovano i luoghi legati alla sua vita spirituale e a quella dei suoi amici. Unitamente alla quasi totalità del suo territorio, Assisi nel 2000 è stata inserita nella lista del Patrimonio Mondiale dell'Umanità.
La Basilica di San Francesco è un tripudio architettonico: la facciata gotica è lineare e tipica dello stile umbro; gli affreschi interni di Giotto, Cimabue, Martini e Lorenzetti rappresentano una delle più alte testimonianze dell’arte pittorica del Due-Trecento.

Nel 2010 il FAI in seguito a lavori di recupero, ha portato alla creazione di un percorso di visita che parte dalla Basilica di San Francesco e prosegue attraversando terreni boschivi, campi coltivati, oliveti e l’antico complesso benedettino di Santa Croce. Il percorso termina in una radura sulla vallata del Tescio, in cui spicca la Torre Annamaria, riportata alla luce dagli scavi archeologici, sede dell'opera realizzata da Michelangelo Pistoletto chiamata il Terzo Paradiso.

La Basilica di Santa Chiara ha l’intero corpo realizzato in fasce rosa e bianche di pietra del Subasio ed è caratterizzata dai maestosi archi rampanti di sostegno ai due lati della chiesa. Qui è custodito il crocifisso di San Damiano.

Info Assisi

Di non minor bellezza sono la Cattedrale di San Rufino, la chiesetta di San Damiano e l’eremo delle carceri, monastero di grotte dove san Francesco era solito rifugiarsi in meditazione con i suoi compagni ed è nascosto tra i bellissimi boschi del monte Subasio.

A Santa Maria degli Angeli la piccola Porziuncola aspetta una vostra visita, durante l’anno sono milioni i pellegrini che arrivano fin qui, soprattutto i giovani che il 2 Agosto, giorno della festa del Perdono istituita da San Francesco, arrivano alla Porziuncola da tutte le parti d’Italia e non solo.

Oltre ai luoghi legati alla spiritualità Assisi va ricordata per il contributo dato all’arte e all’architettura nel mondo. La Piazza del Comune ha conservato il suo aspetto medioevale, qui si trovano il Palazzo del Capitano del Popolo che risale al duecento ed è affiancato dall’altissima Torre del 1305, il Palazzo dei Priori realizzato nel Trecento e l’elegante facciata classica del Tempio di Minerva (primo secolo a.c). Sotto la piazza si trova l’antico Foro Romano e il Museo Civico che conserva resti e reperti di epoca romana rinvenuti nel territorio; nelle vicinanze della Cattedrale di San Rufino si trovano i resti del Teatro Romano. La Rocca Maggiore domina la cittadina ed è uno straordinario esempio di fortificazione, ricostruita nel Trecento fu più volte ampliata con bastioni che ancora oggi la collegano alla Rocca Minore.

Info Basilica di San Francesco

Monte Subasio

Il Monte è cornice naturale dei centri storici di Assisi, Spello, Valtopina e Nocera Umbra e diviene elemento unificante del paesaggio.
A primavera il Parco del Subasio si copre con tappeti di erbe e fiori ed e’ questo il momento migliore per immergersi nei prati e raccogliere le erbe campagnole, in passato era uno dei momenti caratteristici della civiltà contadina. Annualmente viene organizzato l’evento “Subasio con Gusto” per riscoprire le tradizioni e l’identità proprie della nostra gente.

Per chi ama lo sport all’ interno del Parco del Subasio ci sono sentieri e itinerari da scoprire e si possono organizzare voli in parapendio.

Monte Subasio

Bevagna

Bevagna è un piccolo gioiello, uno dei borghi piu’ belli d’Italia. sorge ai margini della vasta valle umbra, alle propaggini dei Monti Martani. Qui si può ancora fare un giro intorno alla cinta muraria, arrivati in piazza Silvestri troviamo il Palazzo dei Consoli in stile gotico che dal 1886 al suo interno ospita il Teatro Torti e le chiese romaniche di San Silvestro (1100 d.C) e di San Michele Arcangelo (1100 d.C).
In piazza Garibaldi troviamo Porta Cannara ancora intatta e sulla destra la Chiesa di San Francesco; dietro la chiesa all’interno di un palazzo importante troviamo i resti del teatro romano (I sec. d.C.), nel borgo sono anche presenti i resti delle terme romane (II sec. d.C.) che presentano mosaici a grosse tessere bianche e nere raffiguranti soggetti che attingono al repertorio mitologico ed ornamentale di tipo marino.
Caratterizzata da vie strette su cui si affacciano suggestivi scorci medievali, Bevagna ospita un importante manifestazione storica che si tiene nell'ultima decade di giugno: il Mercato delle Gaite.

In questa occasione, personaggi in costume ripropongono antichi mestieri lungo vicoli e ambienti caratteristici, con degustazione di antichi sapori medievali e presentazione delle produzioni artigianali tipiche.

Info Bevagna

Spello

Anche Spello è uno dei borghi piu’ belli dell’Umbria e d’Italia. Nella parte piu’ bassa del centro possiamo ancora vedere le Mura Romane ben conservate, da visitare la Chiesa di Santa Maria Maggiore che ospita al suo interno la famosa cappella Baglioni, dove si trovano gli affreschi del Pinturicchio ed una pavimentazione realizzata con le maioliche di Deruta.

Si possono visitare anche la Casa romana del I secolo d. C. che fu riportata alla luce nel 1885 grazie agli scavi eseguiti sotto il Municipio, la chiesa di S. Andrea edificata nel 1258 e la chiesa di S. Lorenzo che presenta una facciata veramente suggestiva, con loggia del XII secolo, rosoni del XVI ed elementi decorativi del VIII.

A Spello, per la festa del Corpus Domini che si celebra tra Maggio e Giugno, il borgo si adorna di fiori ed è uno spettacolo da non perdere: le vie del centro vengono decorate da quadri di arte sacra realizzati con petali di fiori.

Info Spello

Montefalco

Chiamata "Ringhiera dell'Umbria" per il suo incredibile panorama a 360°, Montefalco domina la pianura dei fiumi Clitunno e Topino circondata da uliveti e vigneti.

La città è famosa in tutto il mondo per i suoi vini: il Sagrantino e il Rosso di Montefalco, la cui produzione è consentita solo nei comuni di Montefalco per intero, e parte di quelli di Bevagna, Gualdo Cattaneo, Castel Ritaldi e Giano dell'Umbria in provincia di Perugia.

Numerose durante l’anno le occasioni per conoscere i suoi vini, dalla mostra mercato Terre del Sagrantino di aprile dove si possono degustare tutte le specialità enogastronomiche locali, a Enologica 34 di settembre, con degustazioni, convegni e musica che si conclude con la Festa della vendemmia, cerimonia di avvio della raccolta dell’uva con sfilata di carri per le vie del centro storico. A maggio si svolge la Mostra Mercato Florovivaistica Profumo di Gemme, in agosto la Fuga del Bove, rievocazione di gare e spettacoli rinascimentali.

Info Montefalco